ASLC progetti per l’arte è un’associazione costituita a Verona nell’autunno del 2011 ed intende promuovere eventi e manifestazioni volti alla diffusione della cultura con particolare riferimento all’arte contemporanea e alla musica.

I soci fondatori hanno fortemente voluto la presenza di una realtà associativa come questa per dare risposta a due esigenze. La prima: nella situazione di grande crisi economica, politica ed anche morale in cui versa il nostro Paese, si avverte indilazionabile la necessità di sostenere la Cultura come elemento fondamentale per rilancio del nostro Paese. Non si vi è rinascita se si prescinde dalla Cultura, se si prescinde cioè da ciò che l’ingegno, la creatività e la fantasia dell’uomo hanno generato nel corso del tempo.
La seconda esigenza, strettamente legata alla prima, nasce dalla considerazione che non ci si possa fermare a contemplare solo il passato. La mente umana produce continuamente nuove forme artistiche dando concretezza al desiderio di realizzare, con la materia, ciò che lo spirito ha pensato. L’arte e la musica insegnano come il dialogo tra presente e passato sia in realtà molto vivace, ma è necessario comprendere, o scoprire, quali sono le chiavi di lettura che permettono di accedere al contemporaneo. Per farlo è fondamentale ascoltare, vedere e creare occasioni in cui la contemporaneità può manifestarsi.

ASLC Progetti per l’arte ha voluto cominciare naturalmente dalla città in cui ha preso vita, cercando di essere di esempio e di stimolo anche per altre realtà locali. L’obiettivo è di lavorare coinvolgendo Pubblico e Privato. Lo sforzo comune si concretizzerà in una collaborazione attiva di soggetti siano essi aziende o cittadini appassionati e volonterosi e, cooperando, si potrà contribuire ad ampliare l’offerta culturale a Verona e non solo.

Nel solco di questo intento sono state organizzate iniziative particolarmente significative come il progetto AD LUCEM, esempio perfetto di sintesi di arti diverse e approfondimento critico. Realizzato in concomitanza di Art Verona 2011 e articolato in tre differenti eventi tra loro correlati, AD LUCEM ha voluto essere un omaggio al compositore estone Arvo Pärt che con la sua presenza ha condiviso pienamente l’interazione tra diversi ambiti artistici: una mostra d’arte contemporanea, un incontro-conversazione sul tema arte e musica con alcune tra le più significative personalità del “contemporaneo” e un concerto, con sue partiture, tenutosi presso la chiesa di San Fermo Maggiore a Verona.

Già agli albori della propria attività, l’associazione ha operato in sinergia con la pubblica amministrazione e con i privati, collaborando attivamente con il Comune di Verona, l’Accademia Filarmonica, e con importanti aziende del territorio. Grazie a questa rete costruita sulla reciproca collaborazione e sulle competenze specifiche di ciascun soggetto ASLC ha potuto proporre alcune iniziative in ambito nazionale ed internazionale. In particolare si fa riferimento alla mostra di fotografia italiana alla Greenberg Gallery e all’Hunter College di NY, alla personale di Lynn Davis al Museo Archeologico di Venezia, nel 2012, accompagnata dal concerto di Philip Glass al Teatro la Fenice, nel 2014 lo spettacolo di Simona Marchini nella Sala Maffeiana dell’Accademia Filarmonica di Verona e nel 2015 in collaborazione con la Fondazione Cini la prestigiosa mostra di Ettore Spalletti a Palazzo Cini a Venezia.